Primitivo I.G.T.
synthetic cork
stelvin screw cap

una terra calda e fertile dove calore e brezze si alternano per dare carattere alle uve

Download scheda vino pdf

Denominazione
Primitivo I.G.T. Puglia
Vitigno
Primitivo minimo 85%, inoltre possono concorrere fino ad
un massimo del 15 % altri vitigni a bacca rossa cui sia
autorizzata la coltivazione per le corrispondenti province
della Regione Puglia.
Gradazione alcolica 13% vol.
Temperatura di servizio ottimale 16-18° C


Affinità gastronomiche
il Primitivo Piantaferro si adatta ad accompagnare primi piatti robusti e secondi a base di carni rosse in arrosto, selvaggina e formaggi a pasta dura stagionati.

la vinificazione è del tipo tradizionale con 3 rimontaggi quotidiani per la prima settimana ed un rimontaggio al giorno per la settimana seguente. La temperatura di fermentazione viene impostata a 22° C la prima settimana
ed a 28° C la seconda. Terminata la fermentazione alcolica
si passa alla svinatura ed alla pressatura soffice delle bucce. Vengono favorite le migliori condizioni per l’instaurarsi della fermentazione malo-lattica e quando questa è completata si effettuano i travasi di rito. Gli imbottigliamenti avvengono a partire dal mese di giugno dell’anno successivo la vendemmia.

si consiglia la conservazione in locali freschi e asciutti, l’invecchiamento per questo apprezzabile vino può superare i 3-4 anni.

rosso violaceo profondo con leggeri sfumature granate.

al naso riscontriamo una ottima complessità olfattiva che spazia dalla confettura di prugna e ribes nero alle note speziate di pepe nero e rosmarino, ben si percepiscono delle intriganti note mandorla tostata e di vaniglia.

in bocca troviamo un vino pieno, caldo, avvolgente, con una buona nota acida, sapido con una ottima la persistenza, al retrogusto ritroviamo le note speziate e ammandorlate.

bottiglie bordolesi da 75 cl. scatole da 6.

Nome*
Cognome*
Azienda/Privato*
email*
telefono
Note*
photogallery